DINTORNI PESCASSEROLI
:: VILLETTA BARREA ::
Villetta Barrea sorge in posizione strategica, proprio nel cuore del Parco Nazionale d'Abruzzo tanto che con piccoli spostamenti d'auto è possibile raggiungere La Camosciara, Civitella Alfedena, Pescasseroli, Scanno, Pescocostanzo, la Val Fondillo, Opi, Macchiarvana e Forca D'Acero, Barrea e tanti altri luoghi, paesini e scorci tra i più belli del centro Italia, perfetti per chi ama sciare e voglia trascorrere anche solo un week end sulla neve o per chi sia alla ricerca di un luogo ameno dove vivere una piacevole e rilassante pausa estiva. Nel paesino di Villetta Barrea sono presenti due musei: Il Museo della Transumanza e la Mostra permanente di “Futuro Remoto”, interessanti e capaci di costituire un motivo di attrazione per i visitatori, ma anche di far crescere nella comunità locale.
:: CIVITELLA ALFEDENA ::
IL turista che visita Civitella Alfedena per la prima volta resta subito affascinato dalle forme graziose ed armoniose dell'architettura, che lascia intravedere ancora case in pietra e vicoli strettissimi in cui "perdersi" durante una passeggiata all'insegna della tradizione. Sorge alle pendici del Monte Sterpi d'Alto, che rappresenta solo l'inizio di quel meraviglioso spettacolo che si apre subito alle spalle del grazioso borgo: l'anfiteatro della Camosciara (Zona di Riserva Integrale del Parco). Ai piedi del paesino, il Lago di Barrea, facilmente raggiungibile con una passeggiata pedonale che attraversando la Pineta porta al Ponte Vecchio e quindi sulle sponde del lago. A Civitella Alfedena si possono visitare il museo del lupo e l'area faunistica della lince.
:: BARREA ::
Barrea è un antico borgo medievale di circa di 750 abitanti, compreso nell'area del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. E' situata a 1.060 m. di altitudine, su uno sperone roccioso dal quale si ammira un panorama mozzafiato che abbraccia l'alta valle del Sangro - con le spettacolari gole attraverso le quali le acque del fiume Sangro precipitano verso la pianura sangritana - e la stupenda vallata sottostante il paese, nel cui fondo verdeggia, coronato dai più alti monti del Parco, il suggestivo piccolo lago artificiale di Barrea. Nelle vicinanze del lago si trova l'antico "tratturo" proveniente da Pescasseroli. Il borgo, anticamente protetto da una muraglia con due sole porte di accesso ("porta di sopra" e "porta di sotto") e due torrioni difensivi ("Torre Quadrata" e "Torre Rotonda").
:: OPI ::
Con una posizione dominante sull'alto Sangro, il paese gode di un panorama stupendo su una delle più belle zone del Parco. Il borgo medievale poggia su uno sperone roccioso e risalire il paese è una esperienza affascinante. Forse il nome Opi deriva da Ope, dea dell'abbondanza, figlia di Saturno. Su una collina davanti al paese è stata creata l'area faunistica del camoscio e nel paese vi è il centro visita dedicato a questo prezioso ungulato. Opi si distingue anche per la sua attività sportiva nella pratica dello sci di fondo praticato soprattutto sulla piana di Macchiarvana, a qualche chilometro dal paese. Opi è anche un attivo centro turistico, situato a 7 chilometri dalle piste del centro di sci di fondo di Macchiarvana e a circa 3 dalla val Fondillo.
:: LA CAMOSCIARA ::
La Camosciara è la parte più famosa e conosciuta del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. Il suo fulcro è lo spettacolare anfiteatro naturale che, con le sue guglie e creste frastagliate di dolomia bainca e grigia, è molto simile nella struttura e nell'aspetto alle montagne dolomitche alpine; l'area si estende verso valle fino al fiume Sangro e racchiude nel proprio contesto la zona di Riserva Integrale ove l'integrità del territorio merita la conservazione assoluta. Oggi è possibile godere del grandioso scenario percorrendo un comodo itinerario, a diretto contatto con la natura, fino alle Cascate delle Ninfe e delle Tre Cannelle, e usufruire dei molteplici servizi presenti nell’area: mountain bike, passeggiate a cavallo, trenino turistico, area pic-nic con punti fuoco, escursioni guidate.
:: VAL FONDILLO ::
La Val Fondillo è uno dei posti più belli del Parco Nazionale D'Abruzzo, Lazio e Molise. E' ricca di verde, di boschi, di rarità naturalistiche, di riposanti e fresche radure. Oltre alle cinque sorgenti principali, è possibile incontrare numerose piccole fonti che , con la loro acqua buona da bere, alimentano il torrente Fondillo. Una estesa rete di sentieri, adatti a tutte le esigenze, consente di raggiungere i punti più interessanti, sia sul fondo valle che in quota. Tra questi la sorgente "Tornareccia", il "rifugio dei briganti", la "grotta delle fate", il "passaggio dell'orso", il Monte Amaro. All'ingresso della valle, ubicato nelle strutture in passato utilizzate come Centro di lavorazione del legno di faggio, un servizio di accoglienza fornisce informazioni sui percorsi e numerosi servizi.
PRENOTA AL MIGLIOR PREZZO

Modulo di iscrizione alla newsletter

Compila e invia il modulo per iscriverti alla nostra newsletter.